Numero episodi: ???

La storia narra delle dis-avventure di Haruhi, studentessa presso l’ Ouran High (una scuola immaginaria collocata a Bunkyō, Tokyo) e degli altri membri del popolare club interno alla scuola: la maggior parte degli studenti provengono da famiglie benestanti appartenenti all’ Upper Class. L’istituto è frequentato da figli di politici e magnati delle grandi imprese, ma in casi speciali borse di studio di merito annuali sono concesse a studenti eccezionali con fascia di reddito più bassa.
A causa dell’impennata dei costi delle uniformi scolastiche (ben 300mila Yen), Haruhi decide di vestirsi in modo alternativo, cioè sciatto e “casual”, del tutto simile a come si vestirebbe un maschio trasandato: si aggira per l’istituto indossando un largo maglione unisex consunto, jeans lunghi sdruciti e degli occhiali da vista dalle grosse lenti. Inoltre, racconterà lei stessa, durante l’ultimo anno delle medie un bambino le aveva appiccicato una gomma da masticare sui capelli, fatto questo che la costrinse a tagliarli. Ciò ha causato fin da allora un grande fraintendimento da parte degli altri studenti, che tendono a scambiarla facilmente per un ragazzo; ma questo a lei non interessa affatto.
Un giorno mentre è alla ricerca di un posticino tranquillo dove poter studiare in santa pace, senza disturbi o interruzioni (la biblioteca è sempre stracolma di gente intenta a far pettegolezzi) Haruhi fa capolino nell’ Aula di musica numero tre, apparentemente vuota e silenziosa; il posto ideale dove studiare.
Ma essa, scoprirà subito la ragazza, è in realtà il luogo di ritrovo e lavoro dell’ Ouran Host Club, un gruppo formato dai sei studenti più attraenti della scuola (Takashi “Mori”, Mitsukuni “Honey”, Hikaru e Kaoru, Tamaki, e Kyouya) “assunti” durante il loro tempo col fine di flirtare, incantare, intrattenere piacevolmente e soddisfare le esigenze di svago delle studentesse in cambio di soldi (la tariffa è proporzionale al fascino che emanano): giovani che distribuiscono la loro sensualissima presenza cercando di fare la gioia di chi gli sta vicino. Un club decisamente fuori dal comune.
Durante quel loro primo incontro, quando trova ed irrompe per errore nel loro salone-ritrovo, Haruhi riesce nella sua travolgente sbadataggine a far cadere inavvertitamente un preziosissimo vaso rinascimentale del valore di ben 8milioni di yen, che stava in bella mostra sopra un piedistallo al centro della sala.
In modo da dargli la possibilità di ripagare quest’enorme debito Haruhi viene assunta immediatamente per svolgere varie mansioni e commissioni di servizio domestico (cameriere, etc) per l’Host Club: in queste condizioni dovrà lavorare per loro fino al conseguimento della laurea.
Ma subito il presidente del club, Tamaki, senza sapere ancora che in realtà Haruhi è una ragazza, le propone di diventare un membro effettivo dell’Host (cosa che vede ben più utile del suo semplice servizio domestico), in quanto riesce a dimostrare subito un notevolissimo “fascinoso” nei confronti delle ragazze. Cosa questa che ad Haruhi vien perfettamente naturale, non deve far nessuno sforzo per applicarla: coi suoi capelli corti, il passo dinoccolato, l’abbigliamento e l’aspetto ambiguo la scambiano per un maschio sexy e trasandato (in conclusion si trova ad aver immediatamente uno stuolo di ammiratrici).
I padroni di casa concordano subito sul fatto che Haruhi può davvero diventare un ottimo Host, ha bisogno solo di fare un po’ pratica; gli procurano una divisa e lenti a contatto e la fanno scendere in campo. Il successo ottenuto è talmente ampio che, anche dopo aver scoperto la sua vera identità, decidono di proseguire con l’inganno. Se fosse stata scelta da almeno 100 clienti il suo debito sarebbe stato considerato come pagato, definitivamente.
In seguito, com’è logico aspettarsi, si verranno a produrre i tipici triangoli amorosi,ma haruhi tra tutti e tre ama solo tamaki e con lui si sente protetta e felice.