Numero episodi: ???

Trama di Sandy dai mille colori: Figlia di due giovani fiorai, Yumi Hanazono (Sandy in Italia), è una simpatica bambina amante dei fiori e del disegno. Il giorno del Carnival Flower, la festa annuale della sua città, la ragazzina dopo essere riuscita per caso a non fare recidere un Dente di leone, riceve la visita di due folletti provenienti dalla Terra dei Fiori: Kashimaru e Kakimaru (Pico e Paco in Italia). Le due buffe creature pelose, rimanendo colpite dal grande affetto di Yumi per i fiori, regalano alla bambina una bacchetta e un ciondolo fatati con i quali potrà disegnare nel vuoto qualsiasi cosa rendendola reale.
I poteri mostreranno però sin da subito i loro limiti creando non poche disavventure alla protagonista: ogni oggetto disegnato, infatti, svanisce dopo un certo tempo, non può essere ripetuto più di una volta e non può essere fatto un nuovo disegno senza che prima sia scomparso il precedente. Alla vita della protagonista si affiancheranno quelle del suo compagno di classe Kenta (Ciccio in Italia), del fratello maggiore Kyohei (Roby in Italia), affascinante ragazzo che lavora come commesso presso il negozio degli Hanazono e della buffa signora Fukurokoji (Trudy in Italia), tanto grassa quanto ricca, che sembra essere allergica a tutti i fiori della città.
Dopo numerose e variopinte avventure, l’intero gruppo si immerge in una calda estate fino a quando verso fine agosto, inizia a cadere misteriosamente sulla città una fitta neve. Mentre nessun meteorologo riesce a spiegare lo strano fenomeno, Yumi comincia a notare che la sua magia diventa sempre più debole. Parlando coi due folletti la bambina arriva a sapere che anche nella Terra dei Fiori sta nevicando e che è per questa ragione che i suoi disegni fatati non possono più prendere vita. Le due creature, seguite dalla bambina, decidono così di tornare nel loro mondo che sembra essere una dimensione parallela, legata inesorabilmente alla città di Yumi. Giunti nella misteriosa dimensione, una intera massa di folletti spiega alla protagonista che, senza saperne la ragione, la regina dei fiori, addormentandosi in un enorme tulipano, ha fatto cadere il loro mondo in un freddissimo inverno, stagione fino a quel momento inesistente, rischiando non solo di distruggere la loro terra ma anche la città di Yumi. L’unico modo per salvare entrambe le dimensioni sembra essere quello di risvegliare la regina con delle gocce argentate che appaiono sul monte dell’Alba al primo bagliore del sole; la ragazzina aiutata da tutti i protagonisti della serie, si mette così alla ricerca delle gemme, in una vera e propria avventura fantasy, che si concluderà con il risveglio della regina.
Alla fine della vicenda tutti i protagonisti si ritroveranno in un campo di tulipani della loro stessa città, quasi come se la Terra dei Fiori non fosse altro che l’intero microcosmo naturale della città di Yumi. Gli unici a non essere tornati indietro sembrano però essere proprio Keshimaru e Kakimaru, i quali spiegano telepaticamente alla ragazzina che non è conveniente che gli uomini sappiano dell’esistenza dei folletti e che per questo la devono salutare, lasciandole però come regalo i poteri magici per sempre.