Numero episodi: ???

Trama Violence Jack: Difficile prevedere cosa riservi il futuro e le visioni che solitamente ci vengono proposte spaziano dal rassicurante universo di Star Trek al tenebroso e cyberpunk mondo di Blade Runner, fino ad approdare alla visione, tipicamente giapponese, di un luogo devastato da un qualche tipo di guerra o cataclisma, con gli esseri umani ritornati ad uno stato di semi-barbarie.
Il futuro di questo Violence Jack è oscuro e violento: una cometa ha impattato con la Terra, nei pressi di Tokyo per la precisione, dando inizio a tutta una serie di cataclismi che devastano l’intera zona del Kanto. L’umanità, come prevedibile, passa in poche settimane dalla civiltà ad uno stato non tanto barbaro, ma piuttosto bestiale, incapace di tenere a freno i più bassi istinti e dimentica di ogni elementare regola di convivenza. I paesaggi ricordano molto quelli devastati già visti in Ken il guerriero, con città distrutte, palazzi crollati e sconfinate pianure brulle. Le figure che si aggirano in questa desolazione si dividono tra cittadini deboli e vigliacchi – incapaci di reagire anche ai più atroci soprusi -, bande di delinquenti punk – solitamente motorizzati, privi ormai del minimo barlume di intelligenza umana, agghindati nelle maniere più assurde e capaci delle peggiori carognate – e vergini indifese…
Poi c’è Jack, un gigante immortale tutto muscoli che non si sa da dove arrivi né quale scopo abbia: dove passa lui di solito ci scappa la carneficina, il suo nome è sinonimo di morte certa per i malvagi ma spesso anche per gli innocenti.
Il dvd propostoci da Shin Vision raccoglie tutti e tre gli episodi finora usciti di Violence Jack, tre storie assolutamente slegate tra loro e che, purtroppo, non forniscono indizi sulla reale identità del gigante protagonista che si limita ad assistere quasi passivamente allo svolgersi degli eventi (sempre tragici), salvo prodursi in qualche saltuario massacro, armato del suo coltellone fuori misura. C’è chi lo vede come una bestia assetata di sangue, chi come il salvatore, ma l’unica costante è che chi si trova ad avere a che fare con lui generalmente ci lascia le penne.
Il primo capitolo, “Harlem Bomber – Slum King”, introduce il personaggio di Slum King, un malvagio conquistatore che mira a riunire il Kanto sotto il suo controllo ma che viene costantemente ostacolato da Jack: a livello di sceneggiatura è il più mediocre dei tre, presentando una storia assai banale e con diversi salti logici.
“Hell City – Evil Town” è il secondo capitolo, narra di alcuni individui rimasti intrappolati sotto terra, divisisi in fazioni (mostri/teppisti, ipocriti e verginelle) che tentano di sopraffarsi a vicenda e sicuramente possiamo classificarlo come il peggiore dei tre: propone infatti, in un unico calderone, sangue, stupri, omicidi, sbudellamenti, bambini fatti a pezzi, travestiti, sesso, orge, demoni, insetti e, tanto per gradire, anche un pizzico di cannibalismo.
L’ultimo capitolo, “Hell’s Wind”, è quasi una boccata di aria fresca rispetto al precedente: c’è solo una banda di maniaci omicidi e stupratori che hanno la malasorte di imbattersi in Jack…
Lungi da me l’idea di fare il moralista, ci mancherebbe, ma proprio non mi riesce di apprezzare quest’accozzaglia di sesso e violenza che riesce a riunire, in un unico dvd, tutto ciò che la nostra società reputa riprovevole e disgustoso: la gratuità delle situazioni presenti in Violence Jack non fa altro che avvilire un prodotto già di per sé mediocre, senza spunti originali né idee degne di nota. L’eccesso appare come un estremo tentativo di risvegliare l’interesse dell’acquirente, puntando ai suoi più bassi ed inconfessati istinti e quindi non è più trasgressione ma piuttosto una mera operazione di marketing: se a questo aggiungiamo un’animazione non sempre convincente (d’altronde i tre Ova sono stati realizzati in anni differenti) e che ricorda solo alla lontana il tratto del celebre maestro, il quadro generale dell’opera appare quantomeno sconfortante.