Numero episodi: ???

TRAMA Minami-ke -Prima Serie-
Minami-ke racconta la vita quotidiana delle tre sorelle Minami, Haruka, Kana, e Chiaki, tre ragazze che frequentano rispettivamente l’equivalente della nostra scuola superiore, media ed elementare. Avventure normalissime ambientate nella loro casa e nelle loro scuole raccontate in una maniera molto ironica e divertente, spesso demenziale. Consigliato a chi vuole ridere senza pensare troppo!

TRAMA Minami-ke Okawari -Seconda-
Minami-ke: Okawari (みなみけ~おかわり~ Minami-ke: Okawari?), (letteralmente “La famiglia Minami: Secondo”), è la seconda stagione animata della versione televisiva del manga Minami-ke, creato da Coharu Sakuraba nel 2001, e pubblicato dalla Kodansha nello Young Magazine. I 13 episodi della serie, mandati in onda sulla TV Tokyo e su altre emittenti regionali dal gennaio al marzo 2008, raccontano le vicissitudini delle 3 ragazze della famiglia Minami, Chiaki, Kana e Haruka, presenti in originale nel 3° e 4° tankobon.
La serie, diversamente dalla precedente, affidata allo studio Dōmu, è stata affidata allo studio asread, e ciò ha causato una variazione delle animazioni e della grafica dei personaggi. Come la serie precedente, anche questa è andata in onda in esclusiva sulla TV Tokyo e, successivamente, su altre emittenti regionali giapponesi.

TRAMA Minami-ke Okaeri -Terza Serie-
È passato un anno da quando “Okawari” e le tre sorelle Minami sono cresciute. I loro gusti ed i loro modi sono quasi gli stessi; Haruka, la sorella maggiore è come una madre amorevole per le sorelle più giovani, ma è anche una seguace della disciplina; Kana, la sorellla intermedia, lascia sempre tutto all’ultimo momento e dà sempre problemi al trio; infine, Chiaki, la piccola, è la più calcolatrice e manipolatrice, vuole essere ammirata da Haruka, mentre con Kana litiga sempre. Sono una famiglia squilibrata, ma a parte tutto ciò, si vogliono bene a vicenda. La loro vita quotidiana è sempre divertente, guai e amore sono sempre presenti. Ora, però, è arrivato il momento di vedere se riusciranno a sopravvivere a questo cambiamento di età.